Valore per i Paesi e per i territori

G4-EC7

Enel contribuisce concretamente allo sviluppo e alla crescita sociale ed economica dei territori e delle comunità in cui opera con diverse tipologie di interventi, dall’ampliamento delle infrastrutture ai programmi di educazione e formazione, dalle iniziative volte all’inclusione sociale ai progetti di supporto alla vita culturale del luogo. Il metodo LBG (London Benchmarking Group), definito da un gruppo di lavoro cui partecipano oltre 100 compagnie internazionali, identifica un modello di misurazione che permette di determinare e classificare in modo chiaro i contributi dell’azienda allo sviluppo delle comunità in cui è presente. In particolare, secondo lo standard LBG, la spesa per i contributi alle comunità può essere distinta in:

  1. spese in liberalità: contributi destinati pro bono e senza obblighi per i beneficiari, se non quello di destinare la donazione a scopi benefici e ad associazioni no profit. Tale voce per Enel include tutte le donazioni liberali monetarie e “in-kind”, incluse quelle destinate alle attività di filantropia e solidarietà;
  2. investimenti nella comunità: coinvolgimento di medio-lungo termine in progetti di supporto alle comunità, anche in partnership con organizzazioni locali, volti ad affrontare problematiche significative sia per il territorio sia per l’Azienda. Fanno parte di questa categoria, per esempio, i progetti legati a una più ampia strategia a beneficio della comunità, come “Access to electricity”, o le iniziative specifiche dedicate alle comunità vicine alle centrali;
  3. iniziative commerciali a impatto sociale: contributi ad attività connesse al “core business”, in cui l’Azienda promuove il proprio marchio e la propria “corporate identity”. Esempi di tali iniziative sono le campagne di marketing che prevedono anche benefíci per la comunità o che includono contributi a cause di beneficenza.

Nel 2015 il contributo complessivo di Enel alle comunità in cui opera è stato di 67,8 milioni di euro.

Iniziative a favore della comunità per tipologia (%) - 2015

Iniziative a favore della comunità per tipologia (%) - 2015

Come la Sostenibilità si traduce in progetti

L’integrazione della Sostenibilità nelle strategie e nelle scelte operative del business nelle diverse fasi della catena del valore passa anche attraverso nuove modalità di gestione e sviluppo dei progetti. Partendo da una puntuale mappatura di tutte le iniziative a livello globale e locale si è proceduto, coinvolgendo tutti gli attori interni sia del business sia dell’area Innovazione e Sostenibilità, alla definizione di nuovi attributi da assegnare alle singole iniziative per arricchire il set di informazioni a corredo e per utilizzare a livello globale gli stessi criteri di categorizzazione dei progetti.

I progetti che determinano impatti sulle comunità sono raccolti in 3 gruppi: “Accesso all’energia”, “Sviluppo socio-economico delle comunità” e “Sostegno alle comunità locali”. Di seguito, si riporta il dettaglio.

ACCESSO ALL’ENERGIA

 

ACCESSO ALL’ENERGIA

 

Con l’obiettivo di creare un nuovo modello di business legato all’accesso all’energia, rivolto sia alle persone che vivono in zone rurali isolate sia a coloro che abitano in aree periferiche dei grandi agglomerati urbani. Si tratta di progetti volti a:

  1. abbattere le barriere economiche per accedere all’energia elettrica;
  2. sviluppare tecnologie per l’accessibilità alle infrastrutture;
  3. promuovere la formazione tecnica e il capacity building;
  4. promuovere l’efficienza energetica;
  5. promuovere la consapevolezza energetica.

“Powering Education” (Enel Green Power Kenya)

Il progetto ha distribuito oltre 1.100 lampade solari in 70 villaggi rurali e off-grid, fornendo elettricità in modo sostenibile e sicuro a più di 5.500 persone. I primi risultati hanno rivelato che gli studenti in possesso di una lampada hanno un aumento del tempo medio di studio pari a circa il 17%. Le famiglie interessate hanno inoltre ridotto del 10-15% le spese per la fornitura di energia.

“Consciência Ampla” (Brasile)

Programma integrato per combattere la povertà energetica e volto a favorire l’inclusione sociale nelle favelas e nei quartieri ad alto rischio. Attraverso progetti di scambio rifiuti, tariffe sociali, sviluppo all’imprenditoria ed educazione si sono recuperati fino al 70% dei furti di rete comuni nelle zone interessate.

“PlayEnergy” (Italia, Spagna, Romania, Russia, Guatemala, Cile, Costa Rica, Panama, Brasile)

Progetto ludico-educativo gratuito che Enel sviluppa da 13 anni nelle scuole di 9 Paesi, con l’obiettivo di diffondere tra i giovani una cultura energetica responsabile, partendo dalla conoscenza per arrivare alla responsabilità nelle scelte. Nell’ultima edizione del programma sono stati coinvolti circa 450mila studenti, di cui circa 140mila hanno partecipato al concorso, sono stati distribuiti kit didattici a circa 8.300 scuole e realizzati circa 4.500 progetti; oltre 50mila studenti hanno visitato gli impianti e incontrato gli esperti Enel in classe.

SVILUPPO SOCIO-ECONOMICO DELLE COMUNITÀ

 

SVILUPPO SOCIO-ECONOMICO DELLE COMUNITÀ

 

Comprende i progetti relativi a:

  1. sviluppo del lavoro;
  2. community network;
  3. sviluppo infrastrutture;
  4. trasferimento delle competenze e delle capacità produttive alla popolazione locale;
  5. supporto attività imprenditoriali nella comunità.

“San Juan de Marcona” (Perù)

Nell’area di Nazca è stata riprogettata l’intera filiera della pesca artigianale. Progetto che prevede interventi di formazione in materia di sicurezza nelle attività di pesca e l’installazione di un impianto per essiccare le alghe nonché la costruzione di un vivaio ittico oltre a formazione sulle tematiche di marketing. Primo caso strutturato di misurazione dell’impatto sociale attraverso un modello SROI (Social Return on Investment).

”Apiacás” (Brasile)

Il progetto di sviluppo del cantiere di Apiacás è il primo vero esempio di applicazione di Cantiere Sostenibile. Le comunità, dopo opportuna formazione, contribuiscono alla progettazione e alle opere di realizzazione.

“Costruzioni ecosostenibili - economia circolare” (Cile)

Formazione professionale in carpenteria ed edilizia di riciclo per la costruzione di case ecosostenibili attraverso l’utilizzo di pallet e materiali locali.

SOSTEGNO ALLE COMUNITÀ LOCALI

 

SOSTEGNO ALLE COMUNITÀ LOCALI

 

Comprende le iniziative relative a:

  1. educazione;
  2. finanziamento eventi locali;
  3. supporto alle famiglie e servizi sociali;
  4. promozione della cultura e dello sport;
  5. promozione della diversità, della salute e sicurezza;
  6. protezione dell’ambiente e della biodiversità.

“Educando con Energía” (Colombia)

Il programma mira ad accrescere le competenze professionali e a dare maggiori opportunità lavorative a più di 5mila giovani provenienti dalle scuole pubbliche dei quartieri più poveri e a maggior rischio sociale di Bogotá.

L’iniziativa si focalizza sulla promozione delle competenze relazionali come il lavoro di squadra, la leadership, la comunicazione assertiva e l’etica. Contemporaneamente viene valorizzata l’importanza di uno sviluppo sostenibile, che è alla base del business.

La prima fase è stata avviata da un team interdisciplinare, composto da psicologi, assistenti sociali e insegnanti, che, dopo aver valutato lo stato attuale delle competenze professionali dei giovani, ha definito specifici piani di sviluppo personali da conseguire attraverso attività multidisciplinari e incontri di gruppo. Per la buona riuscita del progetto sono stati formati e coinvolti anche 1.200 genitori e 780 docenti.

“Mothers2Mothers” (Sudafrica)

M2M aiuta la prevenzione nella trasmissione dell’HIV tra madre e figlio attraverso il miglioramento delle condizioni di salute della donna. Il progetto, aumentando l’accesso delle madri ai sistemi di assistenza sanitaria, permette di ridurre a meno del 5% il rischio di trasmissione di HIV al bambino, valore molto inferiore ai tassi nazionali, come riportato nel report annuale 2014-2015 di M2M, ONG con cui Enel Green Power collabora nello svolgimento del progetto.

Tali progetti contribuiscono al raggiungimento degli impegni assunti da Enel al Summit delle Nazioni Unite 2015 sullo Sviluppo Sostenibile, con particolare riferimento agli SDG 4, 7 e 8.

Enel si impegna ad assicurare l’accesso a un’energia economica, sostenibile e moderna di cui beneficeranno 3 milioni di persone, principalmente in Africa, Asia e America Latina.

Enel si impegna ad assicurare l’accesso a un’energia economica, sostenibile e moderna

Enel si impegna a garantire un’educazione di qualità inclusiva ed equa, sostenendo progetti educativi per 400mila persone entro il 2020.
Enel si impegna a garantire un’educazione di qualità inclusiva ed equa
Enel si impegna al raggiungimento dell’ottavo Obiettivo ONU SDG, promuovendo l’occupazione e una crescita economica inclusiva, sostenibile e duratura per 500mila persone, attraverso lo sviluppo imprenditoriale, la realizzazione di infrastrutture e la formazione professionale.
Enel si impegna al raggiungimento dell’ottavo Obiettivo ONU SDG

Enel, per creare valore nelle proprie aree di business, si avvale del supporto di partner sul territorio, che portano idee innovative da trasformare in azioni concrete. Il dialogo con le comunità è al centro del modello di business e la presenza delle ONG sul territorio, con una conoscenza approfondita dei contesti locali, permette di guidare e implementare interventi innovativi e mirati alle necessità degli stakeholder concorrendo al processo di sviluppo locale. Le partnership tra privati e organizzazioni no profit rappresentano dunque un importante volano per favorire lo sviluppo sociale ed economico delle comunità, generando valore condiviso e duraturo. Nel segno dell’Innovazione e decentralizzazione e del sostegno alle microimprese e allo sviluppo socio-economico sono state avviate numerose partnership con NGO e operatori no profit in tutto il mondo.