Sicurezza infrastrutturale e innovazione tecnologica

Nel 2015 sono stati avviati nuovi progetti di innovazione sulla sicurezza, tra cui:

  • Virtual Reality 3D Simulator for Health and Safety Training”, volto ad applicare la realtà virtuale alla formazione Health & Safety e sensibilizzare i colleghi verso comportamenti responsabili e sicuri imparando dagli errori;
  • Intrinsic Safety”, incentrato sulla progettazione, analisi dei macchinari esistenti e delle nuove tecnologie per ridurre l’esposizione delle persone alle situazioni di rischio nei luoghi di lavoro e/o durante le attività lavorative;
  • Virtual Check Point Contractors”, un’applicazione di supporto per i controlli sulle maestranze e sui mezzi operativi delle ditte appaltatrici durante le ispezioni nelle aree operative. Attraverso badge identificativi forniti al personale delle ditte appaltatrici è possibile verificare se le persone presenti nelle unità operative sono effettivamente quelle comunicate dall’impresa e, in particolare, se hanno i profili corretti per effettuare le attività assegnate.

Negli impianti di produzione sono state avviate attività pilota che prevedono l’utilizzo di droni per le ispezioni nelle ciminiere, nelle caldaie e nei canali, al fine di prevenire i rischi connessi all’accesso diretto dei lavoratori in tali luoghi. In Spagna è stata diffusa l’applicazione APP5RO su smartphone e tablet, che richiede di documentare, tramite report fotografico, il corretto svolgimento dei singoli step delle attività di tipo elettrico, ed è stato sperimentato un particolare sensore, posizionato sul casco di protezione, in grado di rilevare presenza di tensione (MT) prima dell’ingresso nella zona di pericolo. Nel 2015 si è concluso il progetto “New Hybrid Portable Ladder” in Romania, che ha portato allo sviluppo di una nuova tecnologia per le scale, in termini sia tecnici sia di sicurezza. Inoltre, è stato sviluppato un sistema particolare di ancoraggio della scala al palo e del lavoratore alla scala. Già da alcuni anni è stato attuato anche un piano di miglioramento degli standard infrastrutturali del parco auto aziendale, che ha visto l’adozione di nuovi sistemi e dispositivi a supporto della sicurezza, tra i quali la black box che consente di fornire assistenza e supporto al guidatore sia durante la guida sia in caso di emergenza.