Relazioni industriali sui temi di salute e sicurezza

G4-LA5 G4-LA8

Nella maggior parte dei Paesi del Gruppo vigono accordi collettivi dedicati a disciplinare gli aspetti di salute e sicurezza dei lavoratori, mentre in altri casi tali aspetti sono inclusi nella contrattazione collettiva applicata a livello nazionale. Al fine di facilitare l’applicazione delle iniziative per la salute e la sicurezza e per favorire la condivisione delle decisioni e dei risultati, molti comitati congiunti sono stati istituiti in tutti i Paesi, dedicati al monitoraggio e al controllo delle condizioni di salute e sicurezza a livello nazionale e divisionale. Con l’obiettivo di facilitare l’integrazione e la standardizzazione dei comitati che operano a diversi livelli, nel corso del 2012, in Italia, è stato istituito il comitato multilaterale per la salute e la sicurezza, in accordo con il modello italiano di relazioni industriali del 2012. Il comitato ha il compito, in particolare, di promuovere le attività di prevenzione e di formazione, nonché di sensibilizzare sui temi della salute e della sicurezza e, infine, di elaborare e raccogliere “buone pratiche”. A partire dal 2013, questa dimensione partecipativa è stata ulteriormente estesa a tutto il perimetro del Gruppo Enel, attraverso la creazione di una commissione bilaterale per la salute e la sicurezza a livello di Gruppo, costituita dall’Enel Global Framework Agreement del 2013. Tale comitato ha elaborato e definito nel 2013 una raccomandazione condivisa, applicabile in tutti i Paesi Enel, incentrata sull’introduzione degli Health & Safety Standard: un set di regole comuni e stringenti per la prevenzione dei rischi specifici relativi alle attività di generazione, distribuzione e costruzione nel settore elettrico.

PaeseComitati paritetici per la sicurezza
Italia Nel corso del 2012 è stato costituito un Comitato Bilaterale sulle Politiche di Sicurezza e Tutela dell’ambiente di lavoro, in conformità con il modello italiano delle Relazioni Industriali del 17 luglio 2012. Tra i vari compiti del Comitato vi è anche quello di promuovere le attività e la formazione, prevenzione e sensibilizzazione sui temi della salute e della sicurezza e di elaborare e raccogliere ”buone prassi”. Sono anche presenti due comitati operanti a livello di Area di Business per la Distribuzione e la Generazione. Almeno una volta all’anno vengono organizzati meeting periodici con i datori di lavoro, il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, il medico competente e il Rappresentante per la Sicurezza dei Lavoratori (è rappresentato il 100% dei lavoratori).
Russia In ogni impianto di OGK5 sono presenti comitati che si occupano di temi di salute e sicurezza. Ogni unità organizzativa ha un rappresentante per gli aspetti di salute occupazionale, per un totale di 100 rappresentanti, che dialogano con i rappresentanti della società e con i sindacati.
Slovacchia In ogni impianto di Slovenské elektrárne viene costituito un Comitato H&S, formato da rappresentanti dei lavoratori (indicati dai Sindacati) e rappresentanti dell’azienda. Il Comitato valuta periodicamente lo stato di implementazione dei piani e delle politiche di salute e sicurezza e propone misure di gestione, monitoraggio e miglioramento.
Romania In accordo con quanto previsto dalla legislazione, in ciascuna società della Romania vi è un Health and Safety Committee formato da rappresentanti della società, il medico del lavoro e rappresentanti dei sindacati, che si riunisce su base trimestrale per discutere problematiche specifiche, proporre misure gestionali e di miglioramento.
Spagna A livello nazionale è stata costituita la Comisión de participación y control e a livello locale Comités de seguridad y salud territoriales.
Argentina In tre impianti è presente un Comitato Bilaterale di igiene e salute che si riunisce con cadenza mensile o bimestrale.
Cile In ogni sito produttivo con più di 25 lavoratori vi sono Comités paritarios de higiene y seguridad, che si riuniscono almeno una volta al mese e in tutti i casi in cui si verifica un infortunio mortale.
Perù Sono presenti cinque Comitati Bilaterali, che prevedono anche il coinvolgimento dei rappresentanti delle imprese appaltatrici.
Brasile In tutti i siti viene costituita la Comissão interna de prevenção de acidentes, composta da rappresentanti dell’impresa e rappresentanti dei lavoratori, focalizzata sulla definizione di azioni di prevenzione degli infortuni.
Colombia Sono stati istituiti due Comitati paritetici (COPASO), uno per Distribuzione e uno per Generazione, che hanno il compito di promuovere la normativa di salute occupazionale.