Gestione delle emergenze

G4-DMA SO

Enel ha predisposto un sistema di crisis management che definisce un approccio comune per la gestione degli eventi nei diversi Paesi in cui l’Azienda opera, prevedendo l’adozione di modalità standard, ed è volto ad assicurare il corretto coinvolgimento delle Funzioni aziendali competenti sia nei casi di eventi circoscritti a livello nazionale sia per crisi gravi che coinvolgono l’intero Gruppo. È stata prevista l’adozione di una metrica unica per la valutazione dell’entità dell’impatto causato dall’evento critico, classificato su una scala a tre livelli.

Gli eventi di livello alto sono gestiti centralmente, mentre quelli di livello medio e basso sono gestiti nell’ambito dell’organizzazione specifica dei Paesi.

Per le crisi con impatto alto è prevista l’attivazione di un comitato di crisi centrale presieduto dall’Amministratore Delegato che coinvolge anche i responsabili delle Funzioni di Holding. Per questi casi è attiva una sala operativa presso la sede centrale di Roma in Viale Regina Margherita, che fornisce supporto “h24” per tutte le esigenze di comunicazione e coordinamento del flusso delle informazioni. Sono previste simulazioni periodiche per la verifica del corretto funzionamento del sistema.

In Holding è presente un’unità di Security nell’ambito della Funzione Personale e Organizzazione con l’obiettivo di definire le strategie e le linee guida sui temi della sicurezza, assicurare il reporting al top management e promuovere la condivisione delle best practice. Inoltre, è stato definito un processo di travel security con l’obiettivo di proteggere il personale Enel in trasferta all’estero fornendo informazioni e avvisi sui Paesi di destinazione, indicando le condizioni che potrebbero costituire rischi per la sicurezza e la salute del viaggiatore (per esempio, situazioni di instabilità politica, attacchi terroristici, criminalità, emergenze sanitarie ecc.), fornendo le linee guida e i comportamenti da seguire e attivando le misure di sicurezza necessarie in relazione al livello di rischio individuato per il Paese di destinazione.