Ascolto e dialogo

G4-26 G4-DMA LA

A gennaio 2015 è stata lanciata la survey focalizzata sui temi della diversity e dell’inclusione, attraverso la quale si sono raccolte anche informazioni sul clima aziendale, per monitorare la soddisfazione dei colleghi. Alla survey ha partecipato un campione rappresentativo di 17.500 persone (di cui 1.800 con disabilità) ovvero circa il 23% della popolazione Enel. La redemption, a livello globale, è stata del 55%.

Il questionario ha analizzato i temi dell’inclusione, della percezione delle discriminazioni e della soddisfazione lavorativa, che si attesta sul 73%.

A valle di questa survey è stata definita una policy globale sulla gestione della diversità in azienda le cui azioni sono in corso (si veda il capitolo “Strategia e Piano di Sostenibilità”).

Nel 2016 sarà infine lanciata una nuova indagine di clima e sicurezza per tutta la popolazione aziendale.

I media interni

G4-26

La comunicazione interna di Gruppo si avvale di un sistema di media interni ampiamente articolato al fine di raggiungere capillarmente tutte le persone che lavorano in Enel, tenendo conto delle differenze culturali, professionali, di accessibilità, di dotazioni informatiche. Tale network ha rappresentato una leva importante per il cambiamento e la diffusione del nuovo concetto strategico di “Open Power”.

Per quanto riguarda la diffusione della strategia, il 26 marzo 2015 si è svolta a Roma la convention globale in cui l’Azienda ha dato le linee guida ai suoi top manager. In 4 mesi sono stati organizzati 230 eventi (cascade) in tutto il mondo coinvolgendo oltre 50mila persone e garantendo a tutti i colleghi un’informazione omogenea nei rispettivi ambiti e livelli. Un sito in tre lingue dedicato al progetto ha tenuto costantemente aggiornati i colleghi su eventi e contenuti: oltre 110mila le pagine visitate nei 4 mesi. Un processo di survey – che ha avuto una redemption complessiva del 60% circa dei partecipanti – ha registrato un alto indice di soddisfazione rispetto agli eventi.

È stato definito un piano di comunicazione interna dedicato al progetto di punta delle Infrastrutture e Reti Globali, l’Expo 2015 di Milano, con l’obiettivo di seguire da vicino tutte le fasi dei lavori e della partecipazione, valorizzando il lavoro e la professionalità dei colleghi coinvolti, testimoni diretti dell’evoluzione del progetto e di tutte le fasi a esso correlate.

Per la Generazione il 2015 è stato l’anno della chiusura di grandi progetti, quali la messa in esercizio della Centrale idroelettrica di El Quimbo in Colombia e dei nuovi e tecnologici dome della centrale di Brindisi. Eventi che sono stati celebrati con il coinvolgimento e la valorizzazione dei colleghi che vi hanno lavorato per raggiungere gli obiettivi di progetto.

I media interni hanno inoltre seguito e valorizzato importanti eventi e campagne aziendali, tra cui il progetto “My Best Failure”, le campagne sulla salute e sicurezza sul lavoro e il lancio della prima campagna globale “Cyber Risks”. Tra i progetti di punta della Comunicazione Interna nel 2015 si è confermata l’undicesima edizione del programma We are Energy, il concorso internazionale dedicato ai figli dei colleghi Enel dagli 8 ai 17 anni che nel 2015 ha avuto come tema il cibo, traendo spunto dall’Expo di Milano di cui Enel è stata partner ufficiale. 5.228 ragazzi da 23 Paesi si sono iscritti al concorso (registrando un incremento del 7,3% rispetto al 2014) e 123 vincitori da 18 Paesi hanno partecipato al campus internazionale in Italia insieme anche ai cinque ragazzi over 17 provenienti da cinque Paesi nell’ambito del programma “We are Tutor”, il concorso che premia gli ex vincitori di We are Energy, in qualità di tutor. Tra le attività del campus, la visita all’Expo di Milano. Una novità importante di quest’anno è stata la produzione del primo film collettivo delle famiglie Enel, Enel Family Food Film, sul tema del cibo a tutto tondo, con 216 video caricati dai colleghi Enel di tutto il mondo in una apposita piattaforma e quattro vincitori premiati in occasione del Celebration Day di We are Energy a Roma. Dopo il successo del lancio del progetto pilota in Italia, il programma Home@Home è stato esteso in tutto il mondo. Il progetto, che ha l’obiettivo di dare la possibilità ai colleghi di tutto il mondo di ospitare e/o mettere a disposizione la propria casa ad altri colleghi, è arrivato a contare 708 offerte dei colleghi nei Paesi del Gruppo. Non da ultimo è da citare il riconoscimento da parte del FEIEA Grand Prix Award 2015, il concorso che premia i migliori progetti di comunicazione interna a livello europeo, in cui la Comunicazione Interna di Enel si è aggiudicata il secondo posto nell’ambito della categoria Best Internal Communication Event con il Progetto Enel Family Day (edizione 2014).

intranet Intranet: hub dei media interni - 3,3 milioni di pagine viste al mese - 2.065 news (quasi 8 news al giorno) [TODO:COLORARE_TESTO_IN_BLU]

Corporate TV

Corporate TV

1.105 video prodotti, con 91.438 visualizzazioni medie al mese. 27 eventi in diretta: convention e incontri da sedi Enel diffusi in streaming generalmente nelle tre lingue globali di Gruppo (italiano, inglese, spagnolo).

Enel radio

Enel.radio

che integra gli altri media privilegiando la diffusione di notizie con rapidità e in diretta stimolando interazione con i colleghi. Enel.radio in Italia ha un palinsesto giornaliero misto news/musica per 225 giorni di programmazione.

Magazine E

Magazine E

house-organ periodico a cadenza bimestrale, che permette di raggiungere anche il personale non dotato di PC. Tiratura media di 46.200 copie per numero in 7 lingue. Circa 18mila visualizzazioni/bimestre per la versione digitale.

Media one-to-one

Media one-to-one

quali e-postcard, newsletter ecc. ai quali si aggiungono canali di visual communications quali poster, locandine ecc.

Corrente Continua

Linea diretta con
Francesco Starace

 

È un blog, redatto nelle tre lingue globali, dove l’AD lancia un tema di discussione e lascia spazio alla contribuzione e ai commenti dei colleghi, che nel 2015 hanno superato quota 400.

La intranet è ora sottoposta a un progetto di rinnovamento complessivo che la renderà unico media e “digital workplace” per l’intera popolazione Enel nel 2016. Il progetto, partito a luglio del 2015, ha avuto un’importante fase di ascolto e analisi che ha coinvolto circa 65mila dipendenti con una survey online in 9 lingue che ha registrato 10.166 rispondenti; più di 100 persone di 10 Paesi intervistati sul luogo di lavoro, oltre 40 top manager intervistati insieme ai loro team. Questa fase ha consentito di raccogliere aspettative, bisogni e priorità sia dal punto di vista degli utilizzatori, sia da quello dell’organizzazione, che si sono tradotti in 10 pillar strategici sui quali si basa il design della intranet.

Volontariato aziendale

Il Gruppo Enel è da molti anni impegnato in attività di volontariato aziendale nei diversi Paesi in cui opera. In particolare nel 2015 in Spagna sono state lanciate nuove iniziative, tra cui il progetto “Energía para el futuro” con l’obiettivo di migliorare le possibilità lavorative di giovani a rischio di esclusione e il progetto “Voluntariado Energético”.

Quest’ultimo mira, con la collaborazione di ECODES (Fundación Ecología y Desarrollo), a suggerire alle famiglie in condizioni di povertà raccomandazioni per l’ottimizzazione dei consumi energetici e per un consumo responsabile, nonché a identificare e risolvere situazioni di possibile rischio legate agli impianti elettrici. In Italia nel corso dell’anno è stato avviato un gruppo di lavoro multifunzionale con l’obiettivo di analizzare e sviluppare iniziative di volontariato aziendale.

Enel ha quindi aderito al programma Illuminiamo le Tavole, promosso dall’associazione Quartieri Tranquilli di Milano, con l’obiettivo di offrire sostegno alimentare a famiglie in difficoltà individuate attraverso associazioni che gestiscono i “contratti di quartiere” del Comune di Milano.