Altre attività

G4-EN30

Oltre che nella produzione di energia elettrica e calore, il Gruppo Enel opera nel mondo anche nella distribuzione di energia elettrica, nel deposito e nella movimentazione dei combustibili, nelle perforazioni geotermiche e nelle attività minerarie e di cantiere, monitorando costantemente gli eventuali impatti ambientali di tali attività (si veda il capitolo “Qualità per i clienti”).

Al fine di tutelare il paesaggio e il territorio, Enel, nella costruzione di nuove reti e nella ristrutturazione delle vecchie, adotta essenzialmente due strategie per attenuare gli impatti:

  1. interramento per bassa, media e alta tensione attraverso l’adozione del cavo, eseguito all’interno dei centri abitati;
  2. adozione di cavo elicoidale intrecciato (elicord) per linee di bassa e media tensione, costituito dalle tre fasi isolate e intrecciate tra loro, che consente di limitare l’impatto visivo.

L’indice di cavizzazione è stato pari al 69,4% nel 2015, in aumento del 7% rispetto al 2014. Tale indice, che riguarda le linee a bassa e media tensione, rappresenta il rapporto percentuale tra estensione delle linee in cavo ed estensione totale delle linee e fornisce un’indicazione dell’attenuazione dell’impatto visivo dei cavi elettrici. L’incremento di tale valore comporta una riduzione dei costi di manutenzione e un aumento di protezione dell’avifauna.

In relazione al deposito e alla movimentazione dei combustibili liquidi (serbatoi di deposito olio e gasolio e annessi oleodotti) e solidi (depositi di carbone e lignite situati presso porti dedicati) viene monitorato in particolare l’uso delle risorse, il consumo di energia primaria, il consumo di energia elettrica e la produzione di emissioni, reflui e rifiuti.

Le perforazioni geotermiche, che rendono disponibile il fluido endogeno destinato alla generazione elettrica, comportano l’impiego di tecnologie e competenze nelle quali Enel è all’avanguardia nel mondo. Quest’anno sono stati perforati in totale 25.288 metri tra nuovi pozzi e ripristini in Italia e negli Stati Uniti.

In relazione all’attività mineraria ed estrattiva, oltre alla quantità estraibile di combustibile, vengono monitorate le attività di ripristino geomorfologico, idrogeologico e paesaggistico.

Il Gruppo Enel opera anche nelle attività di progettazione, realizzazione e adeguamento degli impianti. Le strategie mirano all’utilizzo delle migliori tecnologie disponibili in campo internazionale, allo scopo di garantire lo sviluppo tecnologico e di aumentare l’efficienza degli impianti, anche tramite progetti di ricerca adeguati e innovativi. A partire dal 2013, in conformità con i nuovi standard, applicabili dal 2015 e definiti dal Global Reporting Initiative GRI-G4, il Gruppo Enel ha iniziato la rendicontazione dei principali indicatori di performance ambientale riconducibili alle attività di cantiere(13) relativamente agli aspetti ambientali direttamente gestiti dal Gruppo cui seguirà anche l’estensione a quelli indiretti gestiti direttamente dagli appaltatori.

Impatti ambientali significativi dovuti all’attività di cantieren.201520142013
Cantieri esaminati n. 57 30 50
Consumi di energia elettrica
(6 cantieri per il 2013, 17 per il 2014, 53 per il 2015)
MWh 191.569 6.952 26
Consumi di combustibili
(7 cantieri per il 2013, 30 per il 2014, 57 per il 2015)
tep 2.706.004 181.630 2.311
Materiali di consumo*
(11 cantieri per il 2013, 30 per il 2014, 57 per il 2015)
Sabbie e ghiaie per edilizia t 16.020.962 653.808.916 10.899
Ferro t 58.732 78.533 10.174
Cemento e calce per edilizia t 173.076 52.095 32.645
Altri t 4.700 3.184 375
Emissione di CO2 da combustione
(7 cantieri per il 2013, 30 per il 2014, 57 per il 2015)
tCO2 7.698.219 516.309 1.262
Consumi di acqua per uso industriale
(10 cantieri per il 2013, 30 per il 2014, 51 per il 2015)
m3 1.062.621 259.814 701.210
Rifiuti speciali non pericolosi
(13 cantieri per il 2013, 30 per il 2014, 7 per il 2015)
quantitativo prodotto t 121.034 142.212 716
quantitativo conferito per recupero t 19.624 130.599 227
Rifiuti speciali pericolosi
(13 cantieri per il 2013, 30 per il 2014, 7 per il 2015)
quantitativo prodotto t 52.267 33.373 4.536
quantitativo conferito per recupero t 313 265 2
Recupero dei rifiuti % 11,5 74,5 4,4

* I materiali di consumo sono specifici per cantiere e possono variare per tipologia e quantità.