Il processo di definizione delle priorità

G4-18

Enel ha avviato dal 2012 un processo mirato a mappare e valutare le tematiche di maggiore rilevanza per stakeholder e azienda, la cosiddetta analisi delle priorità (“materiality analysis”). La metodologia, sviluppata tenendo in considerazione numerosi standard internazionali, come quelli stabiliti attraverso le Linee Guida del Global Reporting Initiative (GRI-G4), i nuovi princípi della COP del UN Global Compact, il framework dell’IIRC (International Integrated Reporting Council) e l’SDG Compass(1), si è progressivamente evoluta nel tempo, permettendo a oggi di effettuare un’analisi capillare in tutte le principali aziende del Gruppo. Di seguito le principali fasi del processo.

 

Valutazione delle tematiche di maggiore rilevanza per stakeholder e azienda

 

In particolare nel 2015, anche grazie all’utilizzo di uno specifico sistema informatico a supporto, sviluppato appositamente da Enel, è stato possibile includere nell’analisi:

 

 35 Società

14 Paesi

174 Iniziative di coinvolgimento e ascolto degli stakeholder

 

Il sistema informatico dedicato permette inoltre di ottenere diverse viste dei risultati per approfondire lo studio dei dati ed effettuare, tra le altre, analisi dedicate per singola categoria di stakeholder: per esempio, all’interno della Relazione Finanziaria Annuale 2015, nella sezione dedicata alla Sostenibilità, l’attenzione è stata posta sui temi di maggiore rilevanza per lo stakeholder “comunità finanziaria”, tipico destinatario di questo documento. L’unità di Sostenibilità di Holding svolge un ruolo di indirizzo e coordinamento, fornendo le linee guida e il supporto metodologico ai fini dell’analisi, condotta dai responsabili locali con il coinvolgimento degli stakeholder e delle principali figure chiave a livello aziendale. I risultati ottenuti a livello di singola azienda e/o Paese vengono successivamente consolidati dalla Holding al fine di predisporre la matrice delle priorità di Gruppo (si rimanda alla Nota Metodologica per informazioni di dettaglio sul processo utilizzato).

(1) La guida SDG Compass, pubblicata a novembre 2015, è stata sviluppata da GRI, UN Global Compact e World Business Council for Sustainable Development (WBCSD), con l’obiettivo di supportare le aziende nell’allineare la propria strategia con gli SDG e misurare e gestire il proprio contributo a tali obiettivi.